CONSIGLIO PASTORALE


 

Don Marco BORGHI

Don Marco BORGHI

Parroco

Don Andrea LUPI

Don Andrea LUPI

Vicario  parrocchiale

Suor Rosanna BRAMBILLA

Suor Rosanna BRAMBILLA

Religiosa

 

 Suor Valentina DISSIMILE

Religiosa

Eros BATTISTELLA

Eros BATTISTELLA

Nominato dal Parroco

Angela BATTAGLIA PEZZOLI

Angela BATTAGLIA PEZZOLI

Eletta area Accoglienza

Ernestina BIANCHI AMBROSINO

Ernestina BIANCHI AMBROSINO

Eletta Amici Insieme

Roberto BRAMBATI

Roberto BRAMBATI

Eletto area Famiglia

Mauro CHEZZI

Mauro CHEZZI

Eletto area Cultura

Marisa COLLETTI

Marisa COLLETTI

Eletta gruppo Ester

Alberto DE PAOLI

Alberto DE PAOLI

Nominato dal Parroco

Hansini GAJADIRA

Hansini GAJADIRA

Eletta area Giovani

Lushanie GAJADIRA

Lushanie GAJADIRA

Eletta dalla Comunità

Daniela GHISOLFI

Daniela GHISOLFI

Eletta area Carità

Alessandro GRASSI

Alessandro GRASSI

Eletto area Scouts

Franco GROSSI

Franco GROSSI

Nominato dal Parroco

Robbin HUBBARD

Robbin HUBBARD

Eletto area Sport

Gianmario MARUCCHI

Gianmario MARUCCHI

Eletto dalla Comunità

Maurizio MARUCCHI

Maurizio MARUCCHI

Nominato dal Parroco

Renato MENICHINI

Renato MENICHINI

Eletto dalla Comunità

Masako OTA

Masako OTA

Nominata dal Parroco

Silvia OTTOGALLI

Silvia OTTOGALLI

Eletta area Catechesi iniziazione cristiana

Carlo PIZZO

Carlo PIZZO

Eletto dalla Comunità

Elio PRIVITERA

Elio PRIVITERA

Nominato dal Parroco

Franceso RESTA

Franceso RESTA

Nominato dal Parroco

Francesca SANDI

Francesca SANDI

Eletta dalla Comunità

Gianna SCORLETTI

Gianna SCORLETTI

Nominata dal Parroco

Marzia SODO

Marzia SODO

Eletta dalla Comunità

Maurizio SOLDATI

Maurizio SOLDATI

Eletto area Servizio liturgico

Elisa VARENNA

Elisa VARENNA

Eletta dalla Comunità

Giovanni ZELIOLI

Giovanni ZELIOLI

Nominato dal Parroco


 

Dieci domande sul Consiglio pastorale

 

1. A cosa serve il CPP?

Il suo compito è quello di fare discernimento, ovvero di cercare il bene possibile per la parrocchia, di chiedersi dove il Signore ci sta portando.

 

2. Da chi è composto?

Membri di diritto sono i presbiteri della parrocchia, una rappresentante delle comunità religiose presenti, eventualmente i diaconi che lavorano in parrocchia. Poi c’è una parte del consiglio che viene eletto dalla comunità, una parte che è composta dai rappresentanti dei gruppi che si occupano delle varie attività della parrocchia, una parte (un terzo degli eletti) indicata dal parroco.

 

3. Come viene eletto?

L’elezione è avvenuta nella nostra parrocchia Sabato 6 e Domenica 7 Giugno 2015. Le votazioni sono state fatte in appositi locali della parrocchia al termine delle S.Messe. Hanno potuto votare le persone che abitano nella parrocchia o che la frequentano regolarmente.

 

4. Quali le caratteristiche di un consigliere?

Per partecipare al CPP oltre ad avere 18 anni occorre semplicemente essere un credente. Non è chiesto anzitutto di avere già un impegno preciso nella comunità, anche se ovviamente è bene che le diverse realtà che operano in parrocchia siano tenute in considerazione. Ma il CPP non è un parlamento nel quale prendere le parti del proprio gruppo, quanto piuttosto il luogo in cui farsi carico del cammino del cristiano comune, di tutti. Per questo i consiglieri devono essere “cristiani comuni” che vivono la fede con le fatiche e le gioie di tutti. Forse in modo specifico a loro è chiesto di sostenere il cammino non solo personale ma anche degli altri, del bene di tutta la comunità cristiana.

 

5. Quanto dura, quanti incontri?

Il CPP dura per 4 anni. Normalmente esso prevede un incontro a scadenza mensile che avvengono alla sera. È buona cosa che i consiglieri partecipino, secondo le loro possibilità ai momenti salienti della vita della comunità che fanno anche essi parte del cammino del CPP.

 

6. Come lavora?

In ogni incontro in genere si comincia con una preghiera semplice e breve per metterci sotto la guida dello Spirito e in ascolto della Parola di Dio. Poi attraverso un ordine del giorno precedentemente preparato e possibilmente già conosciuto, si affronta un tema (in genere è bene non avere troppe cose da affrontare per dare modo a tutti di intervenire). Un momento importante è quello dell’ascolto: può essere fatto sia in assemblea che a piccoli gruppi. Si cerca ogni volta di giungere a delle conclusioni condivise.

 

7. Di cosa si occupa?

Se il compito è quello del discernimento, non sono oggetto del CPP né discussioni sui massimi sistemi. È una sorta di “livello medio” del pensiero, che si occupa del bene complessivo della comunità ma anche del bene possibile, realizzabile, che possa essere oggetto di passi concreti.

 

8. Chi decide?

Spesso questa sembra la domanda decisiva. Il problema vero è “come” si arriva ad una decisione. È vero che alla fine l’ultima parola è quella del parroco, me egli stesso può effettivamente prendere l’ultima parola se prima ha ascoltato dalla prima alla penultima, le parole di tutti! Senza questo ascolto ogni decisione nasce debole e priva di quel consenso o meglio di quella comunione di cui ha bisogno.

 

9. È necessario?

Si e non solo perché è un preciso dovere che il Vescovo chiede ad ogni parrocchia, ma perché se non ci fosse un organo di ascolto, di consultazione, di discernimento, di condivisione, dove camminare insieme dovremmo inventarne uno.

 

10. È utile?

È difficile valutare l’utilità del CPP in termini di efficienza. Il CPP non è un Consiglio di amministrazione di una azienda che possiamo valutare dai bilanci, né un Consiglio di condominio dove ciascuno litiga per i propri interessi; somiglia più ad un Consiglio di famiglia, dove proviamo a parlarci e a prendere insieme le decisioni di cui la vita familiare ha bisogno. Il buon esito di un CPP dipende dal clima spirituale, da quanto aiuta ciascuno a comunicare nella fede, a crescere nel proprio cammino di credente, affezionarsi di più al cammino degli altri suoi fratelli. Se questo accade è certamente utile al di là delle attività e delle iniziative che il CPP riesce e promuovere. 

Chi è online

Abbiamo 63 visitatori e nessun utente online

Siamo in rete dal 14/5/2001

Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa"